fbpx

Subscribe

Cum sociis natoque penatibus et magnis
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

LA FEDE NUZIALE NEL DETTAGLIO

LA FEDE NUZIALE NEL DETTAGLIO

Come può essere la fede nuziale!

La fede (o vera) è un anello, generalmente in oro giallo, che viene scambiato nel rito del matrimonio dagli sposi come simbolo di legame e fedeltà per tutta la vita. La forma circolare simboleggia l’unione. La fede si indossa generalmente sulla manosinistra al dito anulare, mentre nell’Europa Centro-Orientale, ed anche nella Penisola Iberica (tranne Catalogna), si usa metterla a destra. Viene messa all’anulare perché vi è la credenza che di lì passi una piccola arteria che risalendo il braccioarriva direttamente al cuore. Sempre più spesso il tradizionale oro giallo viene integrato con o sostituito da oro bianco, rosso o dal platino.

Le fedi nel matrimonio religioso

Nel matrimonio secondo il rito religioso è usanza che le fedi vengano portate all’altare dal testimone o da un bambino detto paggetto, legate ad un cuscino di pizzo dove il celebrante le benedice prima dello scambio.

Secondo diversi costumi, l’anello nuziale è l’ultimo di una serie di regali che si scambiano gli sposi in segno di giuramento prima di unirsi nel matrimonio; tra questi doni è compreso l’anello di fidanzamento.

La fede pesa solitamente dai 3 g ai 16 g e può essere realizzata in differenti modelli:

  • Classica, tonda e smussata.
  • Mantovana, più alta e più piatta e di solito più pesante.
  • Sarda, decorata come un pizzo chiacchierino. In Sardegna si usava anche, come anello di fidanzamento, “su maninfìde” (mani nella fede), in cui al posto del castone erano raffigurate due mani intrecciate, talvolta con un cuore al centro.
  • Umbra, con l’incisione del volto di una donna o di una coppia divisi da un bouquet di fiori.
  • Ossolana, proviene dalla Val d’Ossola, è l’espressione più significativa dell’antica tradizione orafa della zona. Essa riporta quattro simboli caratteristici: la stella alpina (che raffigura la purezza), il grano saraceno (che raffigura la prosperità), i nastri intrecciati (simbolo della perpetuità dell’unione) e le mezze sfere (augurio di prolificità).
  • Etrusca, piatta e decorata da scritte beneauguranti.
  • Francesina, sottile e leggermente bombata.
  • Ebraica, in filigrana smaltata con decorazione di perline.
  • Platino, molto rara e costosa e quindi poco usata.
  • Bicolore, constituita da due cerchi intrecciati di oro giallo e bianco.
  • Tricolore, costituita da tre cerchi intrecciati di oro giallo, bianco e rosso.
  • Unica, con incastonato un diamante.
11 gennaio 2018

TENDENZE COLLEZIONI SPOSA SPOSO 2018

8 febbraio 2018

CURIOSITA’ SUL MATRIMONIO: TRADIZIONI E CREDENZE

Sorry, the comment form is closed at this time.